Donna Mamma e Imprenditrice: Tutto quello che non ti hanno MAI detto!

Donna Mamma Imprenditrice

Donna Mamma e Imprenditrice? E’ possibile?

Quante volte ti sarai fatta questa domanda? Anch’io come te sono diversi anni che me lo chiedo.

Essere mamma mi ha cambiato la vita… E’ il lavoro più difficile al mondo!

Nessuno me lo aveva mai raccontato! Mi sono chiesta perché?

Perché nessuno mi ha mai raccontato delle difficoltà, delle notti in bianco, delle ansie, delle paure, dei sensi di colpa…?

In questi 2 anni, spesso mi sono sentita sola come mamma e come donna!

In alcuni momenti ho pensato che forse ero io quella sbagliata, che forse avevo tanto da imparare…ma poi incontrando donne meravigliose con le quali mi sono confrontata, ho capito che in realtà moltissime donne e mamme che lavorano, vivono la mia stessa identica situazione.

Condividere e confrontarmi per me e per le altre donne è stato molto molto utile.

Ci siamo supportate a vicenda, ci siamo unite e ci siamo sentite più forti di prima!

Questo mi ha fatto capire quanto è importante avere il coraggio di condividere la propria storia, la propria esperienza senza filtri e senza romanzare quello che ci accade intorno.

Quando nasce un figlio, lui diventa la priorità, lui diventa il tuo TUTTO.

Noi non esistiamo più, ci annulliamo, non ci curiamo più… ma è giusto fare tutto questo?

E’ necessario fare tutto questo per sentirci delle mamme migliori?

Per non sentirci in colpa?

Riuscire a gestire la mia vita in questi 22 mesi è stata davvero dura.

In alcuni momenti ho pensato di non farcela, di non essere in grado… Io che ho fatto di tutto nella mia vita, che ho superato tante difficoltà…ho pensato di non farcela!
Non potevo crederci!

Eppure questo piccolo essere mi aveva resa così fragile, così vulnerabile… Una lezione di vita che mi ha profondamente cambiato!

Ad un certo punto ho iniziato a farmi delle domande.

Come posso migliorare la qualità della mia vita in questo momento così complesso? Cosa posso controllare? Cosa posso gestire?

Ho capito che se mi assumevo la responsabilità della qualità della mia vita, dell’ambiente nel quale volevo vivere, forse avrei potuto cambiare le cose.

La gioia di avere un figlio NON può essere oscurata da altri problemi, da una crescita professionale o da una serie di rinunce, che inevitabilmente nei primi anni di vita di nostro figlio ci troveremo a fare.

Anche i numeri dell’Istat raccontano che questo non è un Paese per donne, ma soprattutto non è un Paese per mamme.

Conciliare lavoro e famiglia per le donne è un’impresa. Almeno in Italia. Gli ultimi dati Istat sono allarmanti, solo il 57% delle madri riesce a mantenere un’occupazione.

Assurdo.

Siamo ai primi posti per l’imprenditoria delle mamme ma tra gli ultimi per occupazione della donna con figli in azienda, e so che questo potrebbe avere molte motivazioni, che vanno dal culturale al sociale.

Quello che resta però è che essere mamma non è un lavoro, ma assorbe tempo ed energia come se lo fosse.

Dalla mia esperienza ho capito che è difficile ma si può fare!

Ci sono 3 cose importanti sulle quali dobbiamo lavorare: gestione del tempo, focus mentale/energie e benessere psicofisico.

GESTIONE DEL TEMPO
L’organizzazione e la pianificazione sono la parola d’ordine nella mia vita personale e professionale eppure da quando è nato mio figlio tutto sembra più impegnativo.

Abbiamo tanti ruoli da portare avanti: mamma, donna, figlia, sorella, moglie, amica, casalinga, imprenditrice. Ognuno di questi ruoli dovrebbe avere la giusta importanza.

Gestire il tempo nel modo corretto si può fare! 

Bisogna capire quali sono le priorità, le urgenze, le cose che possiamo delegare, le cose che possiamo fare noi.

Il supporto dei nonni, sicuramente sono un grande dono e per chi non ce li ha o sono distanti dalla città in cui viviamo, il nido certamente può essere un’ottima soluzione.

E’ inutile negare che è importante avere un supporto che possa aiutarci a gestire al meglio soprattutto, i primi 3 anni di vita del nostro bambino.

FOCUS MENTALE – ENERGIE
Su cosa concentro la mia attenzione? Dove spendo le mie energie mentali?

Vi confesso che c’è un errore che mi capita di fare spesso.

Vi è mai capitato di portare vostro figlio al nido o a scuola e mentre lavoriamo ci facciamo delle domande tipo: ma se mio figlio non sta bene, se gli succede qualcosa, se cade, se piange, se ha dolore lo capiranno? 

Le maestre o gli insegnanti correranno subito da lui? 

Avrà le stesse cure che posso dargli io? 

E potrei andare avanti con altre preoccupazioni e paure.

Allora mi sono chiesta: “è utile che io mi faccia queste domande? 

Se io sono a casa o in ufficio e lui è al nido o a scuola, come posso aiutarlo? 

Come posso gestire tutto questo? Ho la capacità di influenzare o controllare questa situazione?

Diventare mamma mi ha reso più fragile e forte allo stesso modo. Ho difficoltà a spiegarvi questo concetto. E’ un qualcosa che sento molto forte dentro di me e, sono certa che per molte mamme sia così.

BENESSERE PSICOFISICO
Siamo sempre concentrate o su altre persone o su altre cose che ci dimentichiamo di noi stesse.

Siamo brave a prenderci cura degli altri ma non siamo in grado di amare noi stesse.

Quando ho capito che amare me stessa NON vuol dire essere egoista ma anzi, significa avere maggior qualità della vita per me e per tutte le persone che mi stanno intorno, bhè, lì la mia vita ha avuto una svolta!

Lavorare su me stessa mi ha aiutato a conoscere e capire tante cose, mi si è aperto un mondo fantastico dal quale non voglio più allontanarmi. 

Una delle cose che mi ha aiutato tanto e che ancora mi aiuta è la meditazione e lo yoga. Un vero toccasana per la mente e per il corpo.

Ho capito che tutto ciò di cui ho bisogno è già dentro di me! Non è una frase fatta ma l’ho provato sulla mia pelle.

Mentre scrivo, stiamo vivendo un anno assolutamente inaspettato, un anno sfidante, in cui la pandemia ci ha messo di fronte ad una realtà complessa da gestire.

Come tutti voi ho vissuto durante il lockdown momenti molto molto difficili.

Ed è proprio in quei momenti che ho iniziato ad avere una forza che non pensavo di avere, nonostante avevo meno tempo, meno lucidità mentale, meno energia, sono riuscita a fare tutto quello che dovevo fare!

Dunque essere mamme, donne, imprenditrici si può fare?

Vi lascio con questa bellissima frase: 

“Le persone più vive, motivate e realizzate, sono quelle che cercano di condurre una vita al contributo di qualcosa di più grande di loro.”

Tony Robbins

Ti sono piaciuti questi contenuti? A chi possono essere utili?

Invia questo pagina ai tuoi colleghi o amici.
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Post

Manca poco!

Stai per iscriverti alla lista d’attesa, inserisci i tuoi dati

Manca poco!

Stai per iscriverti alla lista d’attesa, inserisci i tuoi dati

Manca poco!

Stai per scoprire la quota d’iscrizione, inserisci i tuoi dati

Manca poco!

Stai per scoprire la quota d’iscrizione, inserisci i tuoi dati

Manca poco!

Stai per scoprire la quota d’iscrizione, inserisci i tuoi dati

Manca poco!

Stai per scoprire la quota d’iscrizione, inserisci i tuoi dati

Manca poco!

Stai per iscriverti alla lista d’attesa, inserisci i tuoi dati

Manca poco!

Stai per iscriverti alla lista d’attesa, inserisci i tuoi dati

Manca poco!

Stai per scoprire la quota d’iscrizione, inserisci i tuoi dati