3 Regole d’oro per una collaborazione vincente

Le 3 cose che devi assolutamente sapere se vuoi diventare un Wedding Planner
Le 9 regole d'oro per un matrimonio di successo

Questo è un argomento che mi sta particolarmente cuore.

Adesso ti racconto il perché.

Dal primo momento in cui ho iniziato a lavorare in proprio con la mia azienda, ho cercato di creare delle collaborazioni.

Sono sincera, questa propensione e atteggiamento a creare nuove collaborazioni è stato per me una cosa del tutto naturale.

Ho subito intuito il potere e la forza di una collaborazione vincente.

Attenzione però a quello che sto per dirti.

In questi 10 anni da imprenditrice non sempre aprire le porte a nuove collaborazioni è stata una strategia vincente. Anzi direi spesso una CATASTROFE.

In molte situazioni ho temuto il peggio e pensavo di non farcela.

Ho avuto tante delusioni da diverse persone che mi hanno fatto soffrire, arrabbiare e a volte anche piangere.

Ma negli anni, ho scoperto una cosa davvero importante che vorrei condividere con te e che sono certa ti potrebbe essere molto utile.

Ho cercato di pensare a tutte quelle situazioni in cui la collaborazione non ha funzionato. Mi sono fatta in particolare una domanda:

In che cosa Elisa hai sbagliato?

E sai cosa ho scoperto?

In Italia non siamo predisposti al networking, a fare squadra, questo appartiene sicuramente ad una mentalità internazionale. Pensa che in America il networking è utilizzato come una leva per la crescita professionale.

In Italia facciamo ancora tanta fatica e lo conferma addirittura una ricerca dell’OCSE “Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico” che racconta che gli studenti italiani non sanno fare squadra. Puoi Trovare l’articolo sul sole24ore.

https://www.ilsole24ore.com/art/ocse-studenti-italiani-non-sanno-fare-squadra-AE1urYFD

Questo vuol dire che nessuno ci insegna a fare squadra sin da bambini.

Anche a me nessuno ha insegnato a fare squadra e a creare delle collaborazioni vincenti, proprio per questo voglio raccontarti

i 3 errori che ho commesso:

  1. Innanzitutto ho capito che le persone a cui avevo chiesto o mi avevano chiesto una collaborazione, non erano allineate a me e non avevamo gli stessi valori;
  2. Non avevamo lo stesso obiettivo. Per me l’obbiettivo era win to win. Per loro era sicuramente altro, per esempio vinco io perdi tu.
  3. Mi sono fidata delle persone sbagliate, sono stata molto disponibile e generosa e questo se lo fai con le persone scorrette, nel business come nella vita privata non funziona;

 

Ciò che sto per dirti adesso ti sorprenderà, ma è la verità.

Nonostante tutte le delusioni, oggi posso dirti che io credo fortemente nelle collaborazioni.

L’idea di condividere un progetto insieme ad altre persone, confrontarsi e crescere insieme mi genera entusiasmo e energia pura, che non potrei farne a meno.

Da queste esperienze ho imparato 3 regole d’oro per una collaborazione vincente:

  1. Devi individuare persone o aziende con una mentalità molto aperta, predisposte al networking e soprattutto che abbiano il tuo stesso obiettivo e la voglia di creare un progetto win to win;
  2. Non fidarti subito delle persone, solo perché hanno più esperienza di te o sono in una posizione di vantaggio;
  3. Osare sempre anche quando pensi che l’azienda o la persona a cui vorresti chiedere una partnership è già in una posizione di vantaggio rispetto a te.

Applica questi consigli e fammi sapere come è andata.

 Voglio lasciarti con una frase che secondo me racchiude l’essenza di tutto quello ti ho detto:

“Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo.” (Henry Ford)

Ti sono piaciuti questi contenuti? A chi possono essere utili?

Invia questo pagina ai tuoi colleghi o amici.
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Accedi adesso all’ E-book GRATIS!”